La VIA DELLA SALVIA
&
Altre
Meraviglie

Golfo di Trieste

Uno scenografico sentiero,

la spettacolare vista sul golfo di Trieste,

l’inconfondibile profumo della salvia.

What awaits you
  • Il sentiero scenografico a picco sul mare.
  • La macchia mediterranea ed il suo profumo.
  • Il colpo d’occhio dalla torre Liburnia.
  • La sequoia gigante.
Full description

L’ itinerario inizia ad Aurisina, dove parte il Sentiero della  della Salvia dedicato alla memoria dell’alpinista Tiziana Weiss.

Percorso estremamente scenografico, senza dislivelli  degni di nota, che costeggia  il ciglio del Carso e ci permette di godere di una spettacolare vista sul golfo di Trieste, da Punta Salvore a Miramare fino alla laguna di Grado.

E’ un ambiente ricco di cespugli di ginepro, pini marittimi e soprattutto piante di salvia, con il loro inconfondibile profumo.

Successivamente, raggiungiamo il piccolo borgo di Santa Croce di Trieste, dove è sita la chiesetta del 1646 dedicata a S.Rocco, protettore dei viandanti.

Scendendo a Miramare, ammiriamo la sequoia gigante nel Parco del Castello ed altre meraviglie.

Al ritorno  imbocchiamo la via che porta alla Vedetta Liburnia, un torre di pressione dell’acquedotto, costruita nell’800, dalla quale la vista è ancora migliore.

In breve raggiungiamo il piccolo centro di Aurisina per una sosta ed un ricco spuntino, presso una delle Osmize del paese.

Successivamente scendiamo poi  al sentiero dei Pescatori, fin sulla spiaggia di Canovella degli Zoppoli. Risalendo ripidamente i gradini dello stesso, terminiamo la nostra escursione.

What is excluded
Iscrizioni entro

Venerdì 21/05/2021 ad esaurimento posti

INFO/Contatto +39 348 2717767

Quota accompagnamento escursione guidata

20€ adulti 
12 € minori 7/14 

Meeting point

Trail car park “T.Weiss” Aurisina (TS)

Open in Google Maps →

What to bring

Equipaggiamento necessario:

scarpe da trekking con suola tipo vibram, abbigliamento a strati, occhiali da sole, berretto da sole , crema solare.

Acqua minimo1lt. / cibo/merenda energetica.

Indumenti di ricambio da lasciare in auto.

  • Il sentiero scenografico a picco sul mare.
  • La macchia mediterranea ed il suo profumo.
  • Il colpo d’occhio dalla torre Liburnia.
  • La sequoia gigante.

L’ itinerario inizia ad Aurisina, dove parte il Sentiero della della Salvia dedicato alla memoria dell’alpinista Tiziana Weiss.

Percorso estremamente scenografico, senza dislivelli degni di nota, che costeggia il ciglio del Carso e ci permette di godere di una spettacolare vista sul golfo di Trieste, da Punta Salvore a Miramare fino alla laguna di Grado.

E’ un ambiente ricco di cespugli di ginepro, pini marittimi e soprattutto piante di salvia, con il loro inconfondibile profumo.

Successivamente, raggiungiamo il piccolo borgo di Santa Croce di Trieste, dove è sita la chiesetta del 1646 dedicata a S.Rocco, protettore dei viandanti.

Scendendo a Miramare, ammiriamo la sequoia gigante nel Parco del Castello ed altre meraviglie.

Al ritorno imbocchiamo la via che porta alla Vedetta Liburnia, un torre di pressione dell’acquedotto, costruita nell’800, dalla quale la vista è ancora migliore.

In breve raggiungiamo il piccolo centro di Aurisina per una sosta ed un ricco spuntino, presso una delle Osmize del paese.

Successivamente scendiamo poi al sentiero dei Pescatori, fin sulla spiaggia di Canovella degli Zoppoli. Risalendo ripidamente i gradini dello stesso, terminiamo la nostra escursione.

Trasporto ( possibilità di car sharing).

 Spuntino/Pranzo C/O Osmiza.

 Eventuale ingresso parco Miramare

Venerdì 21/05/2021 ad esaurimento posti

20€ adulti 
12 € minori 7/14 

Trail car park “T.Weiss” Aurisina (TS)

Open in Google Maps →

quipaggiamento necessario:

scarpe da trekking con suola tipo vibram, abbigliamento a strati, occhiali da sole, berretto da sole , crema solare.

Acqua minimo1lt. / cibo/merenda energetica.

Indumenti di ricambio da lasciare in auto.

We leave light steps, not heavy footprints!

Let us work to produce as little waste as possible. Let us not lose them in the environment, but let us take those produced during the excursion, depositing them at the end of the activity in the appropriate containers. We always maintain a correct behavior, respecting the flora, the fauna and the natural environment, the common assets, the infrastructures and the people who host us.